L'acqua che fa del bene

Dedicato a chi vede la vita come un bicchiere mezzo pieno
e si adopera per riempire quello degli altri.

Ferrarelle, da sempre impegnata in attività di solidarietà, dal 2007 è accanto ad Unicef per sostenere cause benefiche in alcuni paesi del mondo con il progetto L'acqua che fa del bene.

Unicef è la principale organizzazione mondiale per la difesa dei diritti dell'infanzia che opera in 155 paesi per migliorare l'accesso all'acqua, ai servizi igienico-sanitari e promuovere il rispetto delle norme igieniche, anche con il supporto di Ferrarelle.

VOGLIAMO ZERO

Ferrarelle sostiene Unicef nella campagna Vogliamo Zero

Anche nel 2012 Ferrarelle ha rinnovato il suo impegno con Unicef, grazie all'iniziativa Vogliamo Zero, la campagna che si prefigge di annullare la mortalità infantile per cause prevenibili nei paesi poveri.

Nel mese di maggio Ferrarelle ha lanciato sulla propria fan page un'applicazione grazie alla quale ogni "mi piace" in più equivaleva a 1 euro, ovvero 14 bustine di Sali reidratanti che hanno contribuito ad aiutare 308.000 bambini in Africa.
Per saperne di più

L'acqua è un bene dell'umanità

L'acqua in CIAD

PORTIAMO ACQUA A 60.000 PERSONE IN CIAD

Con l'operazione in Ciad sono stati costruiti in 2 anni 150 nuovi pozzi per portare per sempre l'acqua potabile a 60.000 persone, fra cui 25.000 bambini. La trivellazione dei pozzi per l'acqua è stata affidata a piccole imprese e popolazioni locali.

In molti paesi, donne e bambine, devono percorrere lunghe distanze per attingere e trasportare l'acqua necessaria alla loro famiglia per bere, lavare e cucinare. Il Ciad è il 5° paese per dimensioni del continente africano ma è il sest'ultimo al mondo per accesso a fonti d'acqua potabile. La scarsità delle risorse idriche spinge la popolazione nomade alla ricerca continua di fonti d'acqua su un territorio semidesertico.

ACQUA E IGIENE IN ERITREA

NEL 2008 E NEL 2009 FERRARELLE HA SOSTENUTO L'UNICEF IN ERITREA,
PORTANDO ACQUA A 13.000 BAMBINI.

In Eritrea la carenza dell'acqua è un problema di primaria importanza. Ferrarelle ha collaborato con Unicef, allo scopo di garantire l'acqua e un futuro a moltissimi bambini eritrei.

Per conoscere nel dettaglio l'attività di Unicef e Ferrarelle in Eritrea clicca qui. Due anni intensi in cui Ferrarelle e Unicef sono riusciti a installare servizi igienici, pompe idrauliche e cisterne in ben 44 scuole, garantendo non solo l'acqua ma anche il diritto di studiare e vivere secondo le norme igieniche a 13.000 bambini ogni giorno... per sempre.